TOUR NOTTURNO DEI PONTI APERTI

  • Porto

    San Pietroburgo

  • Livello di difficoltà

    Moderata

  • Tipologia

    Giro turistico

  • Prezzo

    Adulti

    EUR40.0

  • Durata ore

    3.5

  • Codice escursione

    01F7

Descrizione

Un indimenticabile tour notturno di San Pietroburgo attraverso i suoi innumerevoli ponti levatoi, che vengono aperti ogni notte da maggio a ottobre: la magia della "Venezia del Nord" e delle "notti bianche" vi aspetta!



Cosa vediamo

Tour panoramico serale: Ponte Birzhevoi, Ponte di Pevchesky, Ponte di Blagoveshchensky, Isola di Vasilievsky, Piazza di Sant’Isacco, Sfingi  



Cosa facciamo
  • Partiamo di notte alla scoperta della magnifica San Pietroburgo, che giace sulle sponde del fiume Neva e sulle numerose isolette del suo delta. Attraversando la città, possiamo ammirare lo spettacolare intreccio dei suoi 300 ponti, di cui 20 ponti levatoi lungo il fiume, e scattare qualche foto dai punti più pittoreschi, immortalando le facciate dei monumenti principali meravigliosamente illuminate di notte.
  • I ponti di San Pietroburgo sono aperti ogni notte dopo l'1:00 da maggio a ottobre e consentono il passaggio ai grandi battelli. Si tratta di uno spettacolo meraviglioso che attrae molti turisti. In particolare, dalla fine di maggio all'inizio di giugno a San Pietroburgo le notti sono chiare e vengono chiamate "Notti bianche" appunto per questa ragione. Si tratta di un fenomeno correlato alla particolare posizione geografica della città, che è situata sulla linea ideale del 60° parallelo nord. In questo periodo il sole scende al di sotto dell'orizzonte per non più di 9°, non facendo tuttavia mai mancare la sua luce crepuscolare.
  • Mentre il pullman ci conduce lungo i meravigliosi viali dell'Arsenale della Marina, la ricca architettura della città e la sua storia tornano a rivivere davanti ai nostri occhi: attraversiamo il Ponte di Birzhevoy e, dopo una breve sosta fotografica, ammiriamo un primo scorcio dell'isola di Vasilievsky, affiancata da due colonne rostrate che nei tempi passati erano fari che guidavano le navi attraverso l'affollato porto di San Pietroburgo. Da qui abbiamo una maestosa vista del fiume Neva nella sua parte più ampia.
  • Proseguendo il nostro tour arriviamo davanti alla Fortezza di Pietro e Paolo, cittadella strategica edificata a partire dal 1703 su progetto dall'architetto Domenico Trezzini per ordine di Pietro I il Grande. Al centro della Fortezza ammiriamo la Cattedrale di Pietro e Paolo, costruita tra il 1713 e il 1732, ed è ancora oggi il punto più alto di San Pietroburgo, da cui si domina tutta la città.
  • Spostandoci in pullman passiamo vicino al Museo dell'Artiglieria, che illustra la storia militare della Russia, per poi proseguire fino al Ponte della Trinità con 6 campate in metallo e ad un altro ponte famoso di San Pietroburgo conosciuto come il Ponte di Pevchesky (o Ponte Giallo, opera del 1840 di George Adamdove) dove ci fermiamo per scattare qualche foto.
  • Proseguendo il tour visitiamo la Piazza del Palazzo, la piazza principale della città, nonché punto focale per l'architettura d'insieme bilanciata al centro dalla Colonna di Alessandro. Nella parte nord della piazza si erge il pittoresco Palazzo d'Inverno, nel suo stile barocco, un tempo residenza imperiale e oggi sede del Museo dell'Ermitage.
  • Il nostro tour notturno prosegue fino alla Cattedrale di Smol'nyj, costruita in stile rococò su progetto di Bartolomeo Rastrelli tra il 1748 e il 1764 e conosciuta anche come la cattedrale della Resurrezione.
  • Ci attende quindi un'altra tappa alla Piazza di Sant'Isacco, dominata dall'omonima Cattedrale (1818- 1858) in stile neoclassico e con una cupola d'oro alta 21,8 metri, che ne fa la quarta cattedrale più alta al mondo.
  • Attraversiamo quindi il Ponte di Blagoveshchensky, o Ponte dell'Annunciazione, lungo 331 metri e inaugurato nel 1850, per poi passare lungo la strada delle Università.
  • Giunti di fronte all'Accademia delle Arti ammiriamo le due Sfingi, alte 3,50 m, che sono state rinvenute negli scavi di Tebe (1820-32) e acquistate da un diplomatico russo ad Alessandria per conto di Nicola I. Le due sculture testimoniano oltre 3500 anni di storia, a cominciare dai tempi del faraone egiziano Amenemhat III fino alla Rivoluzione Russa e alla seconda guerra mondiale.
  • Il nostro tour si conclude con un'altra sosta fotografica per immortalare l'ennesimo scorcio dell'isola di Vasilievsky, da cui si gode un magnifico panorama sui ponti che attraversano le sponde del fiume Neva.

Cosa c'è da sapere
  • I posti a disposizione sono limitati, si consiglia, quindi, di prenotare per tempo. 
  • Si informano i gentili Ospiti che la partenza del tour é alle ore 23:00 con rientro alle ore 02.00 circa.