GLI SCAVI ARCHEOLOGICI DI ERCOLANO

  • Porto

    Napoli

  • Livello di difficoltà

    Moderata

  • Tipologia

    Culturale

  • Prezzo

    Adulti

    EUR50.0

  • Durata ore

    4.0

  • Codice escursione

    0219

Descrizione

Un autentico viaggio nel tempo agli scavi archeologici di Ercolano, che conservano praticamente intatti tesori antichi.



Cosa vediamo
  • Scavi archeologici di Ercolano
  • Case
  • Villa dei Papiri
  • Collegio degli Augustali
  • Terme Suburbane e Terme del Foro
  • Teatro di Ercolano


Cosa facciamo
  • Accompagnati dalla guida, lasciamo il porto di Napoli in direzione sud per giungere a Ercolano. Nei tempi antichi, l'aristocrazia romana possedeva a Ercolano le ville più belle e le proprietà più lussuose, la maggior parte dotate di una vista magnifica sul mare.
  • Mentre le strutture di legno di Pompei furono bruciate dalle ceneri, la distruzione di Ercolano fu provocata da un'inondazione di fango caldo che sigillò e quindi protesse intere abitazioni. Ecco perché oggi nel sito archeologico di Ercolano i visitatori possono ammirare lastricati a intarsio, mosaici e persino dipinti pressoché intatti. Dal 1997 l'area archeologica è inserita, insieme agli Scavi di Pompei e alle ville di Oplontis, nella lista dei siti del patrimonio mondiale redatta dall’UNESCO.
  • Gli scavi di Ercolano iniziarono ufficialmente nel 1738 con la tecnica dei cunicoli sotterranei. Dal 1828 al 1875 si procedette con gli scavi "a cielo aperto", che furono poi interrotti per lungo tempo. Dunque solo nel 1942 venne alla luce quasi tutta l'area che costituisce l'attuale parco archeologico.
  • Nel corso della nostra visita agli scavi archeologici scopriamo la bellezza di questo luogo, ricco di testimonianze uniche ed affascinanti. Lungo il percorso incontriamo molte lussuose case del tempo, che conservano ciascuna delle caratteristiche peculiari: mosaici, dipinti, porte o tramezzi in legno, statue o splendide terrazze. Una tra le dimore più sfarzose rivenute è sicuramente la Villa dei Papiri: al suo interno sono state rinvenute ben 58 statue in bronzo e 21 in marmo, nonché 1.700 papiri (e questo spiega il nome) racchiusi in casse e appartenenti alla biblioteca della casa.
  • Non mancano poi le testimonianze della vita religiosa di questo luogo, come dimostra il Collegio degli Augustali, dedicato ad Augusto e sempre protetto da un custode, il cui scheletro fu infatti ritrovato all'interno, disteso sul letto. Anche le attività più ricreative avevano la loro importanza, come la presenza delle Terme Suburbane, delle Terme del Foro, della Palestra e del Teatro di Ercolano suggerisce.

Cosa c'è da sapere
  • Si raccomanda di indossare scarpe comode per affrontare il percorso a piedi nel sito degli scavi.