IL SITO ARCHEOLOGICO DI PAESTUM

  • Porto

    Salerno

  • Livello di difficoltà

    Moderata

  • Tipologia

    Culturale

  • Prezzo

    Adulti

    EUR55.0

  • Durata ore

    4.0

  • Codice escursione

    0266

Descrizione

Una suggestiva passeggiata tra i maestosi templi dorici del sito archeologico di Paestum, una delle maggiori testimonianze architettoniche della Magna Grecia.



Cosa vediamo
  • Paestum, sito archeologico
  • Tempio di Nettuno
  • Basilica di Hera
  • Tempio di Atena


Cosa facciamo
  • Lasciato in pullman il porto di Salerno arriviamo all'antica città di Paestum, sito archeologico dichiarato Patrimonio dell'Umanità. Fondata dai greci intorno al 600 a.C. come Poseidonia, da Poseidone, o Nettuno, dio del mare, al quale la città era stata dedicata, la città vive tra il 560 a.C. e il 440 a.C. il suo periodo di massimo splendore, viene poi occupata dalla popolazione italica dei lucani tra il 420 e il 410 a.C..
  • Nel 273 a.C. Roma sottrae la città alla confederazione lucana e vi insedia una colonia che prende appunto il nome di Paestum. È proprio sotto il dominio romano che vengono realizzate importante opere pubbliche, che mutano il volto dell'antica polis greca: il Foro, che va a sostituire l'enorme spazio dell'agorà e che riduce l'area del santuario meridionale, il cosiddetto "Tempio della Pace", probabilmente il Capitolium, il santuario della Fortuna Virile e l'anfiteatro.
  • Accompagnati dalla nostra guida varchiamo le mura che cingono la città antica e passeggiamo tra le vie di questo museo a cielo aperto. Ogni angolo cela una meraviglia, cornice perfetta di immancabili foto ricordo: il Tempio di Nettuno, in ottimo stato di conservazione; la spettacolare Basilica di Hera, e il Tempio di Atena.

Cosa c'è da sapere
  • La durata del trasferimento da Salerno a Paestum è di circa 45 minuti.
  • L'escursione prevede una passeggiata a piedi di circa 2 ore, si raccomanda pertanto di indossare scarpe comode da passeggio.