I TESORI NASCOSTI D'ITALIA - ARQUÀ PETRARCA

  • Porto

    Venezia

  • Livello di difficoltà

    non disponibile

  • Tipologia

    Giro turistico, Culturale

  • Prezzo

    Adulti

    EUR35.0

  • Durata ore

    5.0

  • Codice escursione

    0270

Descrizione

Andiamo alla scoperta di un autentico gioiello medievale, il borgo di Arquà Petrarca, dove si respira ancora oggi l'atmosfera di un passato ricco di memorie e dove possiamo ripercorrere la vita del sommo poeta Francesco Petrarca che qui trascorse i suoi ultimi anni.



Cosa vediamo
  • Tour panoramico della campagna veneta
  •  Arquà Petrarca
  •  Passeggiata in libertà nel borgo
  •  Chiesa di Santa Maria Assunta e tomba del Petrarca
  •  Enoteche, osterie, negozi di artigianato
  •  Casa del Petrarca


Cosa facciamo
  •  Lasciamo il porto di Venezia a bordo di un pullman e insieme al nostro accompagnatore intraprendiamo un tour panoramico attraverso la campagna veneta, fino a raggiungere il Parco Regionale dei Colli Euganei.
  •  Qui si erge il borgo medievale di Arquà Petrarca, meta della nostra escursione, celebre per essere stato scelto dal grande poeta Francesco Petrarca come dimora negli ultimi anni della sua vita.
  •  Raggiungiamo questa ridente cittadina, iscritta nel novero dei borghi più belli d'Italia, e scesi dal pullman abbiamo a disposizione del tempo libero per esplorare Arquà Petrarca in totale autonomia.
  •  Il borgo, che ha ricevuto il prestigioso riconoscimento della Bandiera Arancione dal Touring Club Italiano per l'eccellenza nell'accoglienza turistica, è strutturato in due nuclei distinti, uno alto e uno basso.
  •  Salendo verso la cittadella, incontriamo la Chiesa di Santa Maria Assunta, risalente all'XI secolo e più volte modificata nel corso della storia, fino a raggiungere l'attuale aspetto romanico. Di fronte al sagrato, si erge la tomba del Petrarca, un'arca di pregiato marmo rosso di Verona che racchiude le spoglie del poeta.
  •  Da qui possiamo imboccare la strada principale del paese, che conduce alla parte alta del borgo attraverso una lunga salita ricca di edifici storici dove trovano posto enoteche, osterie e negozi di artigianato locale, un'ottima occasione per acquistare il fragrante olio dei Colli Euganei o una bottiglia di vino DOC.
  •  Raggiungiamo quindi la Casa del Petrarca, immersa nel verde, circondata da un muro di cinta che racchiude un curato giardino. Donata al poeta da Francesco I, signore dei Carraresi, oggi ospita un museo dedicato a Francesco Petrarca, dove ancora si respira il fascino immortale di uno dei più eminenti letterati della storia.
  •  Al termine della nostra visita in libertà, convergiamo al punto convenuto con il nostro accompagnatore per il rientro in nave.

Cosa c'è da sapere
  •  Si raccomanda di indossare scarpe comode.
  •  L'escursione è sconsigliata agli ospiti che hanno difficoltà motorie.
  •  Per l'ingresso nei luoghi di culto è necessario avere spalle e ginocchia coperte.
  •  I partecipanti devono trovarsi al punto convenuto in tempo utile per il rientro al porto.
  •  L'escursione non prevede guida, ma la presenza di un accompagnatore.