IL MEGLIO DI ABU DHABI CON VISITA ALLA GRANDE MOSCHEA E PRANZO ALL'EMIRATES PALACE (termina in aeroporto)

  • Porto

    Abu Dhabi

  • Livello di difficoltà

    Facile

  • Tipologia

    Giro turistico, Culturale, Shopping, Pasto incluso

  • Prezzo

    Adulti

    EUR220.0

  • Durata ore

    7.0

  • Codice escursione

    02JV

Descrizione

Un'escursione pensata per cogliere il meglio di Abu Dhabi, modernissima e ricchissima capitale degli Emirati Arabi Uniti, una città cosmopolita e multiculturale dove la tradizione incontra l'innovazione.



Cosa vediamo
  • Piazza Al Ittihad
  • Corniche e impressionante skyline di Abu Dhabi
  • Heritage Village
  • Sheikh Zayed Exhibition con galleria fotografica di Sheikh Zayed
  • Visita e pranzo all'Emirates Palace
  • Grande Moschea Sheikh Zayed


Cosa facciamo
  • Iniziamo la nostra escursione con una prima sosta fotografica a Piazza Al Ittihad, il cui nome in arabo significa "unione", per immortalare gli spettacolari monumenti d'avorio bianco, tra cui una grande caffettiera e un bruciatore d’incenso, a simboleggiare la rinomata ospitalità araba e la sua lunga tradizione.
  • Proseguiamo il tour percorrendo la Corniche, lo splendido lungomare che si estende per diversi chilometri, dove possiamo ammirare l'impressionante skyline della città con i numerosi grattaceli ultramoderni in vetro e gli eleganti complessi residenziali che sono valsi ad Abu Dhabi l'appellativo di "Manhattan del Golfo Persico".
  • Successivamente, arriviamo all'Heritage Village, una struttura che ospita un piccolo museo e delle abitazioni che illustrano le attività quotidiane della comunità locale prima della scoperta del petrolio alla fine degli anni '50.
  • Procediamo il nostro tour visitando la Sheikh Zayed Exhibition, un museo ospitato all'interno di un villaggio tradizionale, per rendere omaggio al sultano fondatore degli Emirati Arabi, un uomo vicino al suo popolo, che diede un immenso contributo alla nazione e al mondo intero, noto per la sua equità, generosità e predisposizione a soccorrere i più bisognosi. Una galleria fotografica di Sheikh Zayed e di molti reali e altre autorità regionali e internazionali in visita occupa le pareti del museo, che contiene anche tantissimi memorabilia personali come i fucili da caccia preferiti del sultano.
  • Nel museo è possibile visitare due gallerie supplementari che illustrano i primi giorni successivi alla scoperta del petrolio, ad opera della compagnia ADCO nel lontano 1958 e un'altra sezione dedicata al Corpo di Polizia di Abu Dhabi, dalla sua nascita sino ai giorni nostri.
  • La tappa successiva della nostra escursione è l'Emirates Palace, dove si respira intenso lo charme di Abu Dhabi e dove ci attende un delizioso pranzo. Il palazzo, che è un hotel di lusso, si affaccia sul Golfo Persico ed ha una struttura tipicamente araba, fra cui svettano le 114 cupole che riflettono i vari colori della sabbia e della pietra e, ovviamente, la grande cupola, alta più di 70 metri. All’interno, a illuminare le finiture in oro, madreperla e cristalli ci pensano 1002 lampadari a bracci, di cui il più grande pesa oltre 2 tonnellate.
  • Ripartiamo alla volta della Grande Moschea Sheikh Zayed, una delle più imponenti al mondo, capace di ospitare fino a 40.000 persone, una vera e propria oasi di pace caratterizzata dalla commistione di elementi architettonici tipici di svariate regioni del mondo islamico. Gli archi sono sostanzialmente moreschi, mentre i minareti sono in stile arabo classico. Il marmo utilizzato per la costruzione è italiano e le 96 colonne interne sono intarsiate con la madreperla. La moschea è dotata di 80 cupole, circa 1.000 colonne, lampadari placcati d'oro a 24 carati e con cristalli Swarowski e il tappeto iraniano annodato a mano più grande del mondo con un peso di 35 tonnellate. Gli specchi d'acqua esterni lungo i portici riflettono le colonne della moschea, che di notte diventano colorate, grazie a un sistema di illuminazione unico.
  • Conclusa la visita alla Grande Moschea, raggiungiamo l'aeroporto di Abu Dhabi dove termina la nostra escursione.

Cosa c'è da sapere
  • Iniziamo la nostra escursione con una prima sosta fotografica a Piazza Al Ittihad, il cui nome in arabo significa "unione", per immortalare gli spettacolari monumenti d'avorio bianco, tra cui una grande caffettiera e un bruciatore d’incenso, a simboleggiare la rinomata ospitalità araba e la sua lunga tradizione.
  • Proseguiamo il tour percorrendo la Corniche, lo splendido lungomare che si estende per diversi chilometri, dove possiamo ammirare l'impressionante skyline della città con i numerosi grattaceli ultramoderni in vetro e gli eleganti complessi residenziali che sono valsi ad Abu Dhabi l'appellativo di "Manhattan del Golfo Persico".
  • Successivamente, arriviamo all'Heritage Village, una struttura che ospita un piccolo museo e delle abitazioni che illustrano le attività quotidiane della comunità locale prima della scoperta del petrolio alla fine degli anni '50.
  • Procediamo il nostro tour visitando la Sheikh Zayed Exhibition, un museo ospitato all'interno di un villaggio tradizionale, per rendere omaggio al sultano fondatore degli Emirati Arabi, un uomo vicino al suo popolo, che diede un immenso contributo alla nazione e al mondo intero, noto per la sua equità, generosità e predisposizione a soccorrere i più bisognosi. Una galleria fotografica di Sheikh Zayed e di molti reali e altre autorità regionali e internazionali in visita occupa le pareti del museo, che contiene anche tantissimi memorabilia personali come i fucili da caccia preferiti del sultano.
  • Nel museo è possibile visitare due gallerie supplementari che illustrano i primi giorni successivi alla scoperta del petrolio, ad opera della compagnia ADCO nel lontano 1958 e un'altra sezione dedicata al Corpo di Polizia di Abu Dhabi, dalla sua nascita sino ai giorni nostri.
  • La tappa successiva della nostra escursione è l'Emirates Palace, dove si respira intenso lo charme di Abu Dhabi e dove ci attende un delizioso pranzo. Il palazzo, che è un hotel di lusso, si affaccia sul Golfo Persico ed ha una struttura tipicamente araba, fra cui svettano le 114 cupole che riflettono i vari colori della sabbia e della pietra e, ovviamente, la grande cupola, alta più di 70 metri. All’interno, a illuminare le finiture in oro, madreperla e cristalli ci pensano 1002 lampadari a bracci, di cui il più grande pesa oltre 2 tonnellate.
  • Ripartiamo alla volta della Grande Moschea Sheikh Zayed, una delle più imponenti al mondo, capace di ospitare fino a 40.000 persone, una vera e propria oasi di pace caratterizzata dalla commistione di elementi architettonici tipici di svariate regioni del mondo islamico. Gli archi sono sostanzialmente moreschi, mentre i minareti sono in stile arabo classico. Il marmo utilizzato per la costruzione è italiano e le 96 colonne interne sono intarsiate con la madreperla. La moschea è dotata di 80 cupole, circa 1.000 colonne, lampadari placcati d'oro a 24 carati e con cristalli Swarowski e il tappeto iraniano annodato a mano più grande del mondo con un peso di 35 tonnellate. Gli specchi d'acqua esterni lungo i portici riflettono le colonne della moschea, che di notte diventano colorate, grazie a un sistema di illuminazione unico.
  • Conclusa la visita alla Grande Moschea, raggiungiamo l'aeroporto di Abu Dhabi dove termina la nostra escursione.