VISITA DI DUBROVNIK

  • Porto

    Dubrovnik

  • Livello di difficoltà

    Facile

  • Tipologia

    Culturale, Shopping

  • Prezzo

    Adulti

    EUR50.0

  • Durata ore

    4

  • Codice escursione

    2174

Descrizione

Alla scoperta di Dubrovnik, una perla della costa adriatica meridionale, con le sue ricche testimonianze storiche e gli angoli più interessanti del suo borgo antico



Cosa vediamo
  • Borgo antico
  • Porta Pile
  • Stradun
  • Monastero dei Francescani
  • Monastero dei Domenicani
  • Palazzo dei Rettori
  • Palazzo Sponza
  • Chiesa di S. Biagio


Cosa facciamo
  • La nostra escursione inizia con un giro panoramico in pullman per raggiungere la collina sovrastante la città, da dove si gode di una vista mozzafiato sul borgo antico di Dubrovnik, o in italiano Ragusa.
  • Ritorniamo quindi in paese ed entriamo nel cuore della città attraverso Porta Pile, la più antica via d'accesso alla città, costruita nel 1537. Sopra la porta vediamo la statua di S. Biagio, patrono della città. Da Porta Pile si apre lo Stradun, la famosa strada principale del centro storico che si estende fino al limite della città vecchia.
  • Da qui inizia la nostra visita guidata a piedi. Prima di tutto visitiamo il Monastero dei Francescani, che è anche sede della farmacia più antica d'Europa (fu aperta nel 1317) ancora in attività e comprende un chiostro che è tra i siti più maestosi della città.
  • Entriamo poi nel Monastero dei Domenicani, per ammirare una delle più belle collezioni di quadri del Rinascimento.
  • Proseguiamo verso il Palazzo dei Rettori (XV secolo), in precedenza sede del governo e del rettore della Repubblica di Dubrovnik, per arrivare quindi a Palazzo Sponza, che funge da archivio cittadino, notevole per il suo porticato a colonne e le elaborate sculture in pietra.
  • Potremo inoltre ammirare uno degli esempi più pregevoli di architettura barocca a Dubrovnik: la Chiesa di San Biagio, il santo patrono della città. Situata nella piazza principale, la chiesa che vediamo oggi è la seconda a essere stata edificata in questo punto: la prima, quella romanica di San Biagio, sopravvisse al terremoto del 1667 ma fu distrutta in un incendio all'inizio del XVIII secolo. Tre anni dopo, Dubrovnik vantava già un'altra chiesa dedicata al santo patrono, che si è conservata intatta fino a oggi.
  • Al termine della nostra passeggiata possiamo sfruttare il tempo a nostra disposizione per continuare a esplorare da soli gli angoli più curiosi della città.

Cosa c'è da sapere
  • L'itinerario potrebbe subire variazioni.