L'AREA GEOTERMALE DI KRISUVIK e MUSEO VICHINGO

  • Porto

    Reykjavik

  • Livello di difficoltà

    Moderata

  • Tipologia

    Giro turistico, Percorso naturalistico

  • Prezzo

    Adulti

    EUR100.0

  • Durata ore

    4.0

  • Codice escursione

    2211

Descrizione

Dalle aree geotermali di Krysuvik fino al Museo vichingo di Njardvik, alla scoperta della ricchezza naturale e del retaggio storico di un'isola dai mille volti.



Cosa vediamo
  • Hafnarfjordur, villaggio pittoresco in vero stile vichingo
  • Lago Kleifarvatn, sosta fotografica da brivido
  • Krysuvik e Seltún, a tiro d'alito coi geyser

  • Njardvik, museo vichingo



Cosa facciamo
  • Il nostro itinerario inizia con una piacevole visita della pittoresca cittadina di Hafnarfjordur, che sorge sul letto di un antico fiume di lava.
  • Proseguiamo lungo le rive dell'incantevole lago Kleifarvatn, uno dei più profondi d'Islanda. Una leggenda narra che nelle sue profonde acque vi sia un mostro dalle fattezze di serpente e dalle dimensioni di una balena. Ci fermiamo per una breve sosta fotografica per immortalare il bellissimo lago nelle nostre foto ricordo.
  • Dopodiché ci dirigiamo verso i campi geotermici di Krysuvik, dove visitiamo le sorgenti solforose e gorgoglianti di Seltún. Le passerelle di legno sono state appositamente posate affinché i visitatori possano aggirarsi tra fosse fangose e solfatare senza alcun pericolo ed assistere quindi allo spettacolo di geyser di altezza moderata ma molto potenti. La temperatura sotto la superficie arriva ai 200°C e l'acqua bolle quando emerge dal terreno.
  • Dopo aver attraversato lo straordinario altopiano vulcanico di Reykjanes, entriamo nell'animato villaggio di pescatori di Grindavik.
  • Ci spostiamo sulla penisola Reykjanes, ricoperta di lava, fino ai sobborghi della cittadina di Njardvik, dove sorge il museo vichingo che ospita l'Islendingur, una copia perfettamente navigabile di un vascello vichingo di media grandezza, capace, all'epoca, di trasportare un equipaggio di 70 uomini. L'Islendingur è lungo 23 metri, largo 5,25 e pesa circa 80 tonnellate a bordo del quale nel 2000, per commemorare il millenario dei viaggi e delle esplorazioni dei suoi connazionali fino alle coste dell'America del Nord, il costruttore navale Gunnar Eggertsson ha effettuato un viaggio di andata e ritorno fino all'altra costa dell'Oceano Atlantico.
  • Rientrando, macchina fotografica alla mano, attraversiamo nuovamente i campi lavici di Reykjanes.

Cosa c'è da sapere
  • I posti a disposizione sono limitati, si raccomanda pertanto di prenotare per tempo.

  • L'escursione è sconsigliata ai portatori di handicap e a coloro che hanno problemi motori poiché l'accesso a diversi luoghi previsti nell'itinerario non è agevole per il transito di sedie a rotelle o dei disabili.