AKUREYRI E I GIOIELLI DEL NORD

  • Porto

    Akureyri

  • Livello di difficoltà

    Moderata

  • Tipologia

    Giro turistico, Percorso naturalistico, Degustazione

  • Prezzo

    Adulti

    EUR130.0

  • Durata ore

    6.0

  • Codice escursione

    2224

Descrizione

Un'escursione impressionante tra vulcani attivi ed opere d'arte naturali prodotte dall'incontro tra lava ed acque gelide.



Cosa vediamo
  • Godafoss, le "Cascate degli Dei"
  • Lago Myvatn, Vulcano Hverfell
  • Pseudocrateri di Skútustadir e i labirinti lavici di Dimmuborgir
  • Monte Namafjall, campo geotermico


Cosa facciamo
  • Lasciamo Akureyri alla volta della Godafoss, la "Cascata degli Dei". Narra la storia che nella cascata vennero gettate le statue delle divinità pagane quando intorno all'anno Mille al capotribù Thorgeir toccò il difficile compito di stabilire quale culto avrebbe professato in futuro la sua nazione. Scelse il Cristianesimo pronunciando a suo favore un'orazione pubblica, gettando appunto tra le acque gli idoli pagani.
  • Proseguiamo in direzione del lago Mývatn, un'ampia distesa d'acqua (37 km²) che rappresenta uno dei tesori naturali dell'Islanda e vera meraviglia della natura.
  • Sulle sponde del lago si possono ammirare strabilianti formazioni laviche create dalle colate incandescenti a contatto con l'acqua fredda che in alcune zone ha formato strutture alte anche decine di metri, dette "castelli neri" per il colore della roccia lavica, oppure labirinti in cui si diramano piacevoli sentieri che si immergono suggestivamente dentro questa natura estrema.
  • Il vulcano dormiente Hverfell incombe sulla riva orientale, mentre un'area di nidificazione protetta a nordovest ospita dozzine di specie e varietà di anatre che affollano le acque del lago in colonie di centinaia o addirittura di migliaia di esemplari.
  • L'area circostante il lago riveste un'incredibile valenza geologica: ci spostiamo per visitare svariati pseudocrateri a Skútustadir prima di proseguire per Dimmuborgir, la cosiddetta "Fortezza Oscura", una magnifica località lavica con strane formazioni, colonne e arcate.
  • La prossima tappa del tour è il sorprendente campo geotermico accanto al monte Námafjall, costellato di pozze e vulcani di fango, soffioni, depositi di zolfo, sorgenti ipertermali e fumarole.
  • Una volta attraversato il villaggio di Reykjahlíd, proseguiamo lungo le rive del lago Mývatn e rientriamo ad Akureyri.

Cosa c'è da sapere
  • I posti a disposizione sono limitati, si raccomanda pertanto di prenotare per tempo.