IL CASTELLO DEI CAVALIERI TEUTONICI DI MALBORK

  • Porto

    Gdynia

  • Livello di difficoltà

    Moderata

  • Tipologia

    Giro turistico, Culturale

  • Prezzo

    Adulti

    EUR59.0

  • Durata ore

    5.0

  • Codice escursione

    2652

Descrizione

Partiamo per un un viaggio nel tempo nel castello di Malbork, la più grande fortezza in mattoni del mondo. Nei secoli sede dei Cavalieri Teutonici, residenza reale del governo polacco e base nazista: all'interno delle sue mura viviamo sulla nostra pelle un'incredibile lezione di storia.



Cosa vediamo
  • Castello di Malbork
  • Museo del Castello di Malbork


Cosa facciamo
  • Tra i numerosi castelli medievali della Polonia non possiamo perderci il Castello di Malbork, uno dei più antichi e famosi d'Europa, riconosciuto come Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1997. Raggiungiamo le rive del fiume Nogat, dove il castello si erge in tutta la sua imponenza, circondato da un fossato.
  • Dall'esterno possiamo già osservare le possenti mura difensive della fortezza; all'interno ne scopriamo i torrioni, le segrete, un labirinto di stanze e molti altri dettagli architettonici realizzati dai Cavalieri Teutonici a partire dal 1274.
  • Continuiamo la nostra escursione visitando le varie strutture del castello, composto da tre parti ben distinte: il Castello Alto, originariamente progettato come convento e poi trasformato in fortezza; il Castello di Mezzo, con il Palazzo dei Gran Maestri; e il Castello Basso, nel quale vi era il karwan, uno spaccio di armi di ogni genere, oltre ad altri edifici.
  • Questa affascinante “lezione di storia” ci porta ora al 1460, anno in cui il castello fu acquistato dal governo polacco e trasformato in una delle tante residenze reali; più avanti, durante la guerra dei trent'anni e la guerra del nord, fu il turno degli svedesi. Nel 1930, il castello divenne sito d'incontro per Hitler e i suoi seguaci e immagine importante dei Castelli dell'Ordine nel Terzo Reich.
  • Durante la visita osserviamo come il castello, distrutto quasi per metà dai rovinosi bombardamenti della seconda guerra mondiale, sia stato restaurato con precisione eccezionale.
  • Infine scopriamo le superbe sale del museo con le loro collezioni di armature, ceramiche, sculture e incredibili oggetti in splendida ambra baltica.

Cosa c'è da sapere
  • L'escursione è sconsigliata agli ospiti che hanno difficoltà motorie.
  • Guide in lingua italiana disponibili in numero limitato.
  • I pullman locali sono sprovvisti di aria condizionata.