PERITO MORENO TORRES DEL PAINE - DA USHUAIA camera singola (4 giorni, 3 notti)

  • Porto

    Ushuaia

  • Livello di difficoltà

    Moderata

  • Tipologia

    Giro turistico, Percorso naturalistico, Culturale, Divertimento, Pasto incluso

  • Prezzo

    Adulti

    EUR2299.0

  • Durata ore

    76.0

  • Codice escursione

    5478

Descrizione

L’opportunità di una vita. Un'escursione di tre giorni che tocca due nazioni diverse e ci conduce in due delle più importanti attrazioni naturali della Patagonia meridionale: il ghiacciaio Perito Moreno e il parco nazionale Torres del Paine.



Cosa vediamo

• [Giorno 1] Trasferimento in aereo da Ushuaia a El Calafate
• [Giorno 2] Ghiacciaio del Perito Moreno nel Parco Nazionale Los Glaciares • [Giorno 3] Trasferimento dall’Argentina (El Calafate) al Cile (Torres del Paine) • [Giorno 4] Lago Grey, Lago Toro, Punta Arenas



Cosa facciamo

• Il primo giorno ci spostiamo con un breve volo a El Calafate, 800 km a ovest di Ushaia. La città ci farà da campo base per diverse visite all’interno del Parco Nazionale Los Glaciares come quella al Perito Morene, che raggiungeremo in pullman. Una voltà lì, gusteremo una cena tipica e assiteremo a uno spettacolo. •Il secondo giorno lo passeremo alla scoperta del ghiacciaio Perito Moreno, uno dei pochi ghiacciai che, stranamente, aumenta invece di ritirarsi, nonostante il surriscaldamento globale. Le ragioni rimangono un mistero dal punto di vista scientifico, ma il risultato è senz’altro spettacolare: un impressionante ghiacciaio in movimento si estende per 250 km2 con una lunghezza di 30 km, una larghezza di 5, un’altezza sul livella del lago di 74 m e una profondità di 170 m. Durante l'escursione abbiamo l’opportunità di ammirare questa meraviglia naturale da diversi punti seguendo la nostra guida lungo un percorso sicuro e ben tracciato. Con un po’ di fortuna, potremmo anche vedere un blocco di ghiaccio che si stacca e precipita nelle acque del lago Argentino. • Il terzo giorno oltrepassiamo il confine cileno per raggiungere la seconda destinazione del tour: il Parco Nazionale Torres del Paine, Riserva della biosfera dell'UNESCO creata nel 1959. Si tratta di uno dei più grandi e importanti parchi in Cile, caratterizzato da un’enorme varietà di ambienti naturali. Si sviluppa attorno al complesso Cerro Paine con tre imponenti monoliti di granito modellati dal vento e dal ghiaccio (le “Torres”, le vette grigie che danno il nome al parco, la più alta delle quali arriva a quasi 2.800 metri), numerosi corni minori di scisto nero (i “”Cuernos”), vari ghiacciai, laghi, fiumi e vallate. Durante l'escursione ci si aprono davanti agli occhi panorami mozzafiato sui famosi “Torres e Cuernos” e abbiamo l'opportunità di visitare la Laguna Azul (con lo spettacolo meraviglioso delle vette che si specchiano nelle acque), la Laguna Amarga, il lago Nordenskjöld (ai piedi dei “Cuernos”, di un colore verde brillante), le cascate del Salto Grande, e raggiungiamo a piedi il punto di osservazione del mirador Los Cuernos, dove possiamo avere un assaggio dei forti venti che caratterizzano la Patagonia. • Il quarto giorno, abbiamo modo di esplorare la parte occidentale del parco fino al Lago Grey uno dei più grandi del parco con un imponente ghiacciaio alle spalle. Passeggiamo lungo la “penisola ” e costeggiamo a bordo del nostro pullman il Lago Toro il più grande in assoluto con vari punti di osservazione panoramici. L'escursione termina a Punta Arenas, sempre in Cile, passando per Puerto Natales. Facciamo rientro alla nave e al porto dopo un breve tour panoramico di Punta Arenas.


Cosa c'è da sapere

• Il primo giorno ci spostiamo con un breve volo a El Calafate, 800 km a ovest di Ushaia. La città ci farà da campo base per diverse visite all’interno del Parco Nazionale Los Glaciares come quella al Perito Morene, che raggiungeremo in pullman. Una voltà lì, gusteremo una cena tipica e assiteremo a uno spettacolo. •Il secondo giorno lo passeremo alla scoperta del ghiacciaio Perito Moreno, uno dei pochi ghiacciai che, stranamente, aumenta invece di ritirarsi, nonostante il surriscaldamento globale. Le ragioni rimangono un mistero dal punto di vista scientifico, ma il risultato è senz’altro spettacolare: un impressionante ghiacciaio in movimento si estende per 250 km2 con una lunghezza di 30 km, una larghezza di 5, un’altezza sul livella del lago di 74 m e una profondità di 170 m. Durante l'escursione abbiamo l’opportunità di ammirare questa meraviglia naturale da diversi punti seguendo la nostra guida lungo un percorso sicuro e ben tracciato. Con un po’ di fortuna, potremmo anche vedere un blocco di ghiaccio che si stacca e precipita nelle acque del lago Argentino. • Il terzo giorno oltrepassiamo il confine cileno per raggiungere la seconda destinazione del tour: il Parco Nazionale Torres del Paine, Riserva della biosfera dell'UNESCO creata nel 1959. Si tratta di uno dei più grandi e importanti parchi in Cile, caratterizzato da un’enorme varietà di ambienti naturali. Si sviluppa attorno al complesso Cerro Paine con tre imponenti monoliti di granito modellati dal vento e dal ghiaccio (le ?Torres?, le vette grigie che danno il nome al parco, la più alta delle quali arriva a quasi 2.800 metri), numerosi corni minori di scisto nero (i ?”Cuernos?), vari ghiacciai, laghi, fiumi e vallate. Durante l'escursione ci si aprono davanti agli occhi panorami mozzafiato sui famosi ?Torres e Cuernos? e abbiamo l'opportunità di visitare la Laguna Azul (con lo spettacolo meraviglioso delle vette che si specchiano nelle acque), la Laguna Amarga, il lago Nordenskjöld (ai piedi dei ?Cuernos?, di un colore verde brillante), le cascate del Salto Grande, e raggiungiamo a piedi il punto di osservazione del mirador Los Cuernos, dove possiamo avere un assaggio dei forti venti che caratterizzano la Patagonia. • Il quarto giorno, abbiamo modo di esplorare la parte occidentale del parco fino al Lago Grey uno dei più grandi del parco con un imponente ghiacciaio alle spalle. Passeggiamo lungo la ?penisola ? e costeggiamo a bordo del nostro pullman il Lago Toro il più grande in assoluto con vari punti di osservazione panoramici. L'escursione termina a Punta Arenas, sempre in Cile, passando per Puerto Natales. Facciamo rientro alla nave e al porto dopo un breve tour panoramico di Punta Arenas.