PARCO NAZIONALE TERRA DEL FUOCO

  • Porto

    Ushuaia

  • Livello di difficoltà

    Moderata

  • Tipologia

    Giro turistico, Percorso naturalistico, Pasto non incluso

  • Prezzo

    Adulti

    EUR89.0

  • Durata ore

    4.0

  • Codice escursione

    5497

Descrizione

Il parco della Terra del Fuoco è il parco nazionale più meridionale dell'Argentina, uno scenario unico e incantevole dove la natura è padrona e ha potuto esprimersi al meglio delle sue potenzialità riunendo diversi ambienti. Un’escursione emozionante davvero imperdibile.



Cosa vediamo

• Río Pipo Valley • Tierra del Fuego National Park • Roca Lake, Lapataia bay



Cosa facciamo

• Partiamo in pullman dal porto di Ushuaia e, attraversando la valle del Río Pipo, raggiungiamo il Parco Nazionale della Terra del Fuoco, uno scenario unico, ricco di laghi, fiumi e montagne. Si estende seguendo il confine cileno a ovest e dal canale di Beagle a sud, fino a nord dove è delimitato dal lago Fagnano. Fondato nel 1960 con l’obiettivo di salvaguardare e preservare la natura, flora e fauna di questo territorio subantartico, il parco si estende per 63.000 ettari, di cui solamente 2.000 accessibili al pubblico. Il Parco conserva dense foreste con un fitto sottobosco ed è abitato da numerose specie di uccelli, tra cui il condor delle Ande, l'albatros e il cormorano, e mammiferi, come le lontre e la volpe di Magellano e specie introdotte come il castoro canadese, il visone e il coniglio. Parti della foresta furono distrutte da un incendio anni orsono e i tronchi anneriti spiccano come fantasmi dalla rigogliosa vegetazione che li circonda. • Il pullman ci porta verso vari punti panoramici da cui possiamo ammirare vedute sconfinate del parco. Raggiungiamo il bel lago Roca, di origine glaciale, dove ci fermiamo per una sosta e per scattare qualche foto. Proseguiamo quindi verso la baia di Lapataia, un fiordo che si trova nella parte settentrionale del canale di Beagle, all'estremità sud-occidentale del settore argentino dell'Isola Grande della Terra del Fuoco dove finisce la famosa Panamericana dopo aver attraversato l’intero continenta a partire dall’Alaska.


Cosa c'è da sapere

• Partiamo in pullman dal porto di Ushuaia e, attraversando la valle del Río Pipo, raggiungiamo il Parco Nazionale della Terra del Fuoco, uno scenario unico, ricco di laghi, fiumi e montagne. Si estende seguendo il confine cileno a ovest e dal canale di Beagle a sud, fino a nord dove è delimitato dal lago Fagnano. Fondato nel 1960 con l’obiettivo di salvaguardare e preservare la natura, flora e fauna di questo territorio subantartico, il parco si estende per 63.000 ettari, di cui solamente 2.000 accessibili al pubblico. Il Parco conserva dense foreste con un fitto sottobosco ed è abitato da numerose specie di uccelli, tra cui il condor delle Ande, l'albatros e il cormorano, e mammiferi, come le lontre e la volpe di Magellano e specie introdotte come il castoro canadese, il visone e il coniglio. Parti della foresta furono distrutte da un incendio anni orsono e i tronchi anneriti spiccano come fantasmi dalla rigogliosa vegetazione che li circonda. • Il pullman ci porta verso vari punti panoramici da cui possiamo ammirare vedute sconfinate del parco. Raggiungiamo il bel lago Roca, di origine glaciale, dove ci fermiamo per una sosta e per scattare qualche foto. Proseguiamo quindi verso la baia di Lapataia, un fiordo che si trova nella parte settentrionale del canale di Beagle, all'estremità sud-occidentale del settore argentino dell'Isola Grande della Terra del Fuoco dove finisce la famosa Panamericana dopo aver attraversato l’intero continenta a partire dall’Alaska.