NATURA E TRADIZIONI DI MAURITIUS NEL SUD DELL'ISOLA (MEZZA GIORNATA)

  • Porto

    Port Louis

  • Livello di difficoltà

    Facile

  • Tipologia

    Degustazione

  • Prezzo

    Adulti

    EUR75.0

  • Durata ore

    5.0

  • Codice escursione

    5607

Descrizione

Un viaggio straordinario alla scoperta delle terre meridionali dell'isola, dove la natura offre spettacoli di incomparabile bellezza, tra laghi vulcanici e crateri, cascate e affascinanti fenomeni geologici, senza dimenticare le tradizioni e le abilità artigianali delle popolazioni mauriziane.



Cosa vediamo
  • Cratere di Trou aux Cerfs
  • Laboratorio di modellismo navale
  • Lago sacro di Grand Bassin e tempio indù
  • Punto panoramico di Black River
  • Cascate di Chamarel e le terre dai sette colori


Cosa facciamo
  • Lasciamo il porto in pullman diretti verso il sud dell'isola, che ci accingiamo ad esplorare.
  • L'isola di Mauritius è ricca di vestigia della passata attività vulcanica e la nostra prima meta è il cratere di Trou aux Cerfs, sulla sommità di un vulcano estinto, da cui si possono ammirare spettacolari vedute dell'isola e in particolare del monte Rempart.
  • Successivamente facciamo sosta presso lo showroom di un laboratorio di modellismo navale, rinomato per la costruzione di modellini di imbarcazioni storiche sulla base di progetti originali. Possiamo curiosare tra gli oggetti esposti e magari anche acquistare un originale souvenir.
  • La sosta successiva ci permette di entrare in contatto con una delle popolazioni che compongono il melting pot caratteristico di Mauritius: il lago sacro di Grand Bassin, adagiato nel cratere di un vulcano e impreziosito da un tempio indù dove è custodita una famosa statua di Shiva.
  • Il lago e il tempio sono una delle mete di pellegrinaggio più antiche della popolazione indù. Secondo la tradizione, infatti, il lago sarebbe sorto dalle gocce d'acqua del fiume Gange cadute dal capo del dio Shiva, affascinato dalla bellezza dell'isola.
  • Lungo il percorso che ci porta verso la nostra ultima meta, facciamo una sosta fotografica al punto panoramico di Black River, da cui possiamo ammirare il Black River Gorge, la gola più profonda di Mauritius.
  • L'ultima, indimenticabile, tappa della nostra escursione è un luogo magico: le cascate di Chamarel e le terre dai sette colori. Sono un vero e proprio spettacolo naturale: le ceneri vulcaniche multicolori (rosso, marrone, indaco, verde, blu, viola e giallo) si dispongono naturalmente in un ordinato disegno dalle sette tonalità che nemmeno la pioggia torrenziale e condizioni climatiche avverse riescono a cancellare.
  • Facciamo ritorno alla nave in pullman, accompagnati dai meravigliosi ricordi di questa giornata fuori dal comune.

Cosa c'è da sapere
  • Per visitare il tempio è necessario togliersi le scarpe.
  • Guide in lingua italiana disponibili in numero limitato; qualora non fossero disponibili, l'escursione sarà condotta in inglese o francese.
  • I mezzi di trasporto utilizzati sono di diverse dimensioni e alcuni potrebbero essere sprovvisti di aria condizionata.
  • I posti a disposizione sono limitati, si raccomanda pertanto di prenotare per tempo.
  • La domenica non è possibile vedere gli artigiani a lavoro nel laboratorio di modellini navali.