IL DOLCE INCANTO DEI BONSAI E I SEGRETI DEL TÈ

  • Porto

    Cheju

  • Livello di difficoltà

    Facile

  • Tipologia

    Giro turistico, Percorso naturalistico, Pasto non incluso

  • Prezzo

    Adulti

    USD69.0

  • Durata ore

    4

  • Codice escursione

    6541

Descrizione

Un lussureggiante giardino adorno di innumerevoli bonsai offre al viaggiatore un'oasi di serenità tra incantevoli specchi d'acqua, statue tradizionali e ponticelli in pietra, mentre l'interessante museo dedicato al tè, un prodotto storico dell'isola di Jeju, svela tutti i segreti della sua produzione e il curioso fenomeno che si verifica sulla "strada del mistero" aggiunge quel tocco di bizzarria che non guasta.



Cosa vediamo
  • Lo splendido Spirited Garden: una passeggiata tra i bonsai
  • Cascata artificiale più grande dell'isola
  • O'Sulloc Tea Museum: la storia del tè e della sua produzione
  • L'incredibile fenomeno lungo la "strada del mistero"


Cosa facciamo
  • La prima tappa della nostra escursione è lo splendido Spirited Garden, un giardino botanico nato dalla volontà di una sola persona, Seong Beomyeong, che ha dato inizio alla sua opera nel 1963 dissodando una landa desolata.
  • Passeggiamo tra i viali e restiamo incantati ammirando l'incredibile quantità di bonsai che adornano il parco, tra specchi d'acqua e statue, archi e ponticelli in pietra.
  • Qui si trova la cascata artificiale più grande dell'isola di Jeju, che discende gorgogliante tra le rocce, e un placido laghetto dove nuotano esemplari giganteschi di carpe koi.
  • Ci rechiamo quindi a visitare l'interessante O'Sulloc Tea Museum, dove scopriamo la storia del tè a cui l'isola di Jeju è profondamente legata e tutti i segreti della sua produzione.
  • Dal belvedere esterno si gode un incantevole panorama a perdita d'occhio sulla piantagione di tè più grande della Corea.
  • Prima di fare ritorno alla nave, percorriamo la cosiddetta "strada del mistero" dove un'illusione ottica genera un fenomeno davvero curioso: accostando con l'auto in discesa, la vettura sembra tornare indietro verso la sommità della collina anziché scendere a valle!

Cosa c'è da sapere

Guide in lingua italiana disponibili in numero limitato; qualora non fosse disponibile guida italiana, l’escursione sarà guidata in inglese. - Il giardino botanico è accessibile agli ospiti in sedia a rotelle, tuttavia i sentieri sono sterrati e occorre superare un gradino per accedere ai servizi igienici. - Si raccomanda di indossare scarpe comode da passeggio.