SPIRITED GARDEN & O'SULLOC GREEN TEA MUSEUM (JP/EU)

  • Porto

    Cheju

  • Livello di difficoltà

    Facile

  • Tipologia

    Giro turistico, Percorso naturalistico, Pasto non incluso

  • Prezzo

    Adulti

    USD69.0

  • Durata ore

    4

  • Codice escursione

    6541

Descrizione

The Spirited Garden of Bunjae Arpia, renamed in 2007 to coincide with its opening as a garden of international renown, was first planted in 1963 when Seong Beomyeong came to Jeju and cultivated a rocky wasteland. The garden came into the international spotlight after being developed single-handedly by this humble farmer. It has since been visited by many high-profile public figures, including Jiang Zemin and Hu Jintao from China, Nakasone from Japan, Kim Yongsun from North Korea, and others. Currently, about 400 planted trees are on display. Hundreds of potted plants are located in the Nature Garden, whose theme is based around water. Take in the various features of the garden, including stone walls and stacked stone towers made with Jeju volcanic stones. You'll see the largest artificial waterfalls in Jeju here, and a pond that is the home of some super-sized koi carp. Step inside the O'Sulloc Tea Museum, featuring exhibits of the history and production of tea, a variety of green tea products. An observatory here commands a panoramic view of the largest tea farm in Korea. Finally, don't miss the Mystery Road, where an optical illusion created by the angles of the surrounding landscape makes it appear that a car left in neutral rolls uphill -- a fascinating phenomenon indeed. Notes: The park is wheelchair accessible but the paths are unpaved. There is a doorstep to negotiate at the restrooms. Wear comfortable walking shoes.



Cosa vediamo
  • Spirited Garden: passeggiata tra i bonsai
  • O'Sulloc Tea Museum
  • Strada del mistero


Cosa facciamo
  • La prima tappa della nostra escursione è lo splendido Spirited Garden, un giardino botanico nato dalla volontà di una sola persona, Seong Beomyeong, che ha dato inizio alla sua opera nel 1963 dissodando una landa desolata.
  • Passeggiamo tra i viali e restiamo incantati ammirando l'incredibile quantità di bonsai che adornano il parco, tra specchi d'acqua e statue, archi e ponticelli in pietra. Qui si trova la cascata artificiale più grande dell'isola di Jeju, che discende gorgogliante tra le rocce, e un placido laghetto dove nuotano esemplari giganteschi di carpe koi.
  • Ci rechiamo quindi a visitare l'interessante O'Sulloc Tea Museum, dove scopriamo la storia del tè a cui l'isola di Jeju è profondamente legata e tutti i segreti della sua produzione. Dal belvedere esterno si gode un incantevole panorama a perdita d'occhio sulla piantagione di tè più grande della Corea.
  • Prima di fare ritorno alla nave, percorriamo la cosiddetta "strada del mistero" dove un'illusione ottica genera un fenomeno davvero curioso: accostando con l'auto in discesa, la vettura sembra tornare indietro verso la sommità della collina anziché scendere a valle!

Cosa c'è da sapere
  • Il parco è accessibile agli ospiti in sedia a rotelle, tuttavia i sentieri sono sterrati e occorre superare un gradino per accedere ai servizi igienici.
  • Si raccomanda di indossare scarpe comode da passeggio.
  • Guide in lingua italiana non disponibili; l'escursione verrà guidata in lingua inglese.
  • English & other European tour guides are subject to availability. ?