SAFARI VERSO JEBEL HARIM, TRA VILLAGGI MONTANI E WADIS

  • Porto

    Khasab

  • Livello di difficoltà

    Moderata

  • Tipologia

    Giro turistico, Percorso naturalistico, Pasto non incluso

  • Prezzo

    Adulti

    EUR76.0

  • Durata ore

    4.0

  • Codice escursione

    6682

Descrizione

Un'incredibile escursione che offre l'imperdibile opportunità di ammirare alcuni dei panorami più incantevoli dell'Oman.



Cosa vediamo
  • Villaggi arroccati sulle montagne
  • Foresta di acacie
  • Gli Wadis
  • Sayah, villaggio beduino* Jebel Harim, noto anche come la Montagna delle Donne.


Cosa facciamo
  • Scesi dalla nave, saliamo a bordo del fuoristrada alla volta degli stupendi paesaggi di Jebel Jarim (la Montagna delle Donne), che con i suoi 2180 metri è la vetta più alta della penisola del Musandam. Durante il tragitto verso Jebel Harim, scorrono davanti ai nostri occhi viste mozzafiato, in cui possiamo scorgere i piccoli villaggi arroccati sulle pendici della montagna, la foresta lussureggiante di acacie e gli "wadis", letti di fiumi prosciugati.
  • Dopo un tragitto di poco più di un'ora, ci fermiamo in un villaggio beduino ubicato ad un'altitudine di circa 1000 metri: Sayah, circondato di palmeti, è senza dubbio uno dei villaggi più caratteristici della penisola.
  • Dopo aver ammirato il meraviglioso scenario e averlo immortalato in alcune foto, riprendiamo il viaggio verso Jebel Harim. Giunti sulla sommità dell'imponente montagna, possiamo finalmente ammirare un panorama spettacolare.

Cosa c'è da sapere
  • I posti a disposizione sono limitati, si raccomanda pertanto di prenotare per tempo.
  • L'itinerario potrebbe subire variazioni.
  • Si raccomanda di indossare scarpe comode.
  • Per svolgere l'escursione è necessario essere in buona forma fisica.
  • L'escursione è sconsigliata agli ospiti che hanno difficoltà motorie.
  • Il tratto in fuoristrada si effettuerà su terreno accidentato.
  • L'escursione non prevede guida. Le informazioni saranno fornite dall'autista in inglese durante il percorso.