L’acqua è un bene essenziale per la vita, ma è una risorsa limitata, e quindi, da proteggere. A ricordarcelo, lo scorso 22 marzo, la Giornata Mondiale dell’Acqua. Cambiamento climatico, riscaldamento globale, aumento della popolazione planetaria rendono sempre più urgente il tema della crisi idrica. Basti pensare che, secondo le Nazioni Unite, già oggi 4 miliardi di persone, per almeno un mese ogni anno, sperimentano una scarsità d'acqua ed entro il 2030 oltre 700 milioni di persone in tutto il mondo potrebbero trovarsi in una condizione di scarsità perenne.

Nell’ambito dell’impegno per lo sviluppo sostenibile, Costa Crociere presta grandissima attenzione alla tutela e alla gestione delle risorse idriche.

Da anni puntiamo ad aumentare progressivamente la produzione di acqua a bordo. Grazie a speciali dissalatori, ad oggi il 70% dell’acqua utilizzata sulle navi proviene dal mare, ma l’obiettivo è raggiungere presto il 100%. Nell’ottica di non alterare gli equilibri dei territori, il rifornimento a terra viene inoltre effettuato in zone a basso impatto, dove le risorse idriche sono disponibili in abbondanza, al fine di non gravare sulle comunità in difficoltà per scarsità d’acqua. Infine, siamo concretamente impegnati per ridurre i consumi, attraverso la revisione di alcune attività e processi a bordo, ma anche grazie al coinvolgimento di ospiti ed equipaggio nell’adozione di comportamenti quotidiani di consumo responsabile, con la campagna di sensibilizzazione Stop the Drop. Perché l’acqua è una risorsa preziosa e insieme possiamo fare un mare di cose per tutelarla. Nella vita di ogni giorno e a bordo.