Riduzione, Recupero, Riciclo. Queste le “3R” che riassumono gli obiettivi stabiliti dalla Direttiva europea sui rifiuti, cui Costa Crociere ha risposto collaborando attivamente al progetto a carattere sperimentale Sustainable Cruise, co-finanziato dalla Commissione Europea attraverso LIFE+. Sviluppata tra il 2011 e il 2014, l’iniziativa ha promosso – per la prima volta in ambito crocieristico – l’applicazione di modelli gestionali e di tecnologie innovative nella regolamentazione dei rifiuti a bordo, al fine di migliorare il contributo del settore marittimo all’impegno europeo contro il cambiamento climatico. Tre le tipologie di rifiuti sulle quali Sustainable Cruise si è maggiormente concentrato (residui biodegradabili, imballaggi e carta) con precisi obiettivi da raggiungere: recupero del valore economico di 1.700 m³ di rifiuti biodegradabili all’anno e definizione di un piano per la riduzione del 30% degli imballaggi e del 40% della carta. Oltre all’installazione a bordo di un turboessicatore per il trattamento dei rifiuti biodegradabili, alla sostituzione delle bottiglie in vetro con bottiglie in plastica PET riciclabile e all’organizzazione di attività di educazione ambientale sull’uso consapevole della carta, molte delle azioni sviluppate sulla nave hanno consentito di testare in concreto l’applicazione della normativa nazionale ed europea sul tema rifiuti portando alla luce ampi margini di miglioramento.
Ma la gestione dei rifiuti non si conclude a bordo: le attività di smaltimento devono essere coordinate e integrate con quelle delle strutture a terra. Parte integrante del progetto è, infatti, stata la creazione di una rete euro-mediterranea di porti dedicata alla cooperazione, nell’ambito della gestione dei rifiuti generalmente smaltiti in porto. Il coinvolgimento delle strutture portuali (52 i porti attivi nel Mediterraneo) ha contribuito concretamente al successo del progetto che, dopo tre anni di sperimentazione, ha consentito di raggiungere importanti risultati sul piano della sostenibilità. Costa Crociere, capofila dell’iniziativa, ha messo a disposizione Costa Pacifica in qualità di nave pilota, contribuendo a concretizzare un’esperienza ricca di significato e di azioni dal grande impatto.

Scopri di più sul progetto Sustainable Cruise