Il Gruppo Costa Crociere ha sottoscritto, lo scorso 7 Dicembre, la Dichiarazione sul biometano presentata al Commissario europeo per l'energia, Kadri Simson.

Il biometano, il gas tra i più sostenibili e scalabili oggi disponibile, trova impiego in tutta l’economia – dall’industria, all’energia, ai trasporti, agli edifici -, contribuendo inoltre all’evoluzione dei sistemi agricoli e alla creazione di posti di lavoro correlati.

Queste caratteristiche lo rendono un combustibile di transizione di eccezionale valore e, in attesa della piena disponibilità di tecnologie “a zero emissioni”, il biometano ha il potenziale di contribuire in modo determinante al raggiungimento dell'obiettivo di riduzione delle emissioni di gas serra contenuto nel pacchetto di misure Europee "Fit For 55” (meno 55% entro il 2030). A tal fine, occorre incrementarne l’utilizzo attraverso maggiori investimenti, sostegno politico, riduzione dei costi e creazione di filiere complete.

In quest’ottica, i firmatari della Dichiarazione, 28 aziende e organizzazioni europee, si impegnano a fare la loro parte, mobilitando la filiera del biometano per aumentarne l’applicazione ad almeno 350 TWh (33 miliardi di metri cubi) entro il 2030, potenziale stimato dalla Commissione europea, che permetterebbe di evitare circa 110 Mt di emissioni di CO2 cosiddette Scope 3.

Un altro passo importante verso la nave a zero emissioni che richiede l’impegno e la partecipazione di tutti.