Nell’ambito dei progetti afferenti all’economia circolare, quello pilota del vetro è sicuramente uno degli esempi più concreti e che meglio rappresenta il concetto di circolarità applicato a una nave, di fatto una smart city itinerante. La nostra flotta è infatti dotata di sistemi avanzati per il riciclo, il riutilizzo e il recupero dei materiali prodotti a bordo; ove possibile si punta alla valorizzazione della materia prima seconda attraverso il conferimento dei materiali ai porti maggiormente sensibili all’avviamento al riciclo, sensibilizzando al contempo il personale addetto di bordo su tali temi. Relativamente al tema del recupero, l’azienda si impegna a gestire lo smaltimento coinvolgendo associazioni beneficiarie del territorio, mantenendo un dialogo strutturato con gli stakeholder opportuni per valutare eventualmente piani di ulteriore efficientamento.

Con tale approccio si è quindi dato vita a un progetto di filiera corta che riporta fisicamente a bordo della nostra nave il vetro sbarcato e smaltito facilitando la realizzazione di un percorso che permettesse di realizzare un oggetto visibile e utilizzabile da tutti. La scelta è pertanto ricaduta sulla bottiglia di olio, presente sulle tavole dei ristoranti e dei buffet di bordo: un messaggio semplice che mira a sensibilizzare i nostri ospiti verso buone pratiche di consumo responsabile.