La nuova ammiraglia della flotta entra nel programma di donazione delle eccedenze alimentari.
Costa Smeralda raccoglie il testimone da Costa Diadema nel percorso di solidarietà realizzato in collaborazione con la Federazione Europea Banco Alimentare e il Banco Alimentare.

Il cibo di alta qualità e valore nutritivo, preparato ma non servito nei ristoranti di bordo, sarà sbarcato quindi nei porti di Savona, Civitavecchia, Barcellona e Marsiglia. I volontari del Banco Alimentare lo consegneranno ad associazioni locali che si occupano delle fasce più deboli della popolazione: persone in situazioni socio-economiche critiche e a rischio di emarginazione, anziani, giovani in condizioni di disagio ed esclusione sociale.

Dalla tavola di Costa Smeralda, gli ottimi piatti creati per gli ospiti dagli chef di bordo arriveranno direttamente sulle tavole dell’associazione L’Ancora a Varazze, della Repubblica dei ragazzi di Civitavecchia, della Fundació Acollida i Esperança a Barcellona e della Fondation de l'Armée du Salut a Marsiglia.

Continua così il progetto, unico nel settore marittimo a livello globale, che da luglio 2017 ha già permesso di donare oltre 160.000 pasti a 17 strutture caritative in 11 porti nel mondo.

Per Costa un’opportunità straordinaria, che ha permesso di creare una relazione nuova tra il territorio, le comunità e le navi, all’insegna della lotta alla povertà e allo spreco alimentare nel rispetto del valore del cibo.