Continua l’impegno di Costa Crociere per essere vicino alle comunità locali. Dall’inizio della pandemia, moltissime sono state le richieste di aiuto e i numeri di persone in difficoltà sono purtroppo in continuo aumento. Mantenendo una promessa, a partire da Dicembre, Costa ha scelto di mettere al servizio delle comunità dei porti di scalo le proprie navi ormeggiate in banchina, utilizzandole per produrre pasti appositamente cucinati per essere donati alle associazioni benefiche territoriali. 

Nell’ambito del più ampio programma di assistenza alimentare di Costa Crociere, tra dicembre 2020 e gennaio 2021 abbiamo:

  • sbarcato circa 4.900 pasti da Costa Diadema a Civitavecchia, Costa Deliziosa a Brindisi e Costa Magica a La Spezia, distribuiti attraverso la rete del Banco Alimentare e della Caritas. 
  • Donato oltre 14 tonnellate di generi alimentari in eccedenza (equivalenti a circa 26.000 pasti) dai magazzini di Costa al Banco Alimentare del Lazio e del Piemonte con trasporti organizzati ad hoc. 
  • Sbarcato 1.334 panettoni da Costa Smeralda e donati a Civitavecchia grazie all’aiuto della Protezione Civile.

A questi numeri si sommano le migliaia di pasti donati dalla nostra Costa Crociere Foundation (www.costacrocierefoundation.com), che da anni è in prima linea per fronteggiare l’emergenza alimentare in Italia e all’estero. 

 

Cambiano le modalità, che si adattano continuamente all’emergenza e ai diversi scenari, ma il nostro impegno non cambia. Supporto e vicinanza per rispondere ai bisogni dei territori che ospitano le nostre navi restano al centro della politica sostenibile di Costa Crociere.